Regione Liguria

Rischio Idrogeologico

Ultima modifica 7 dicembre 2018

SEI IN AREA A RISCHIO?

Buona parte del Territorio urbanizzato di Chiavari ricade in area a rischio inondazione. Per conoscere con precisione l'estensione di tali aree ed il tempo di ritorno ad esse associato, inteso come probabilità di accadimento di un evento con determinate caratteristiche ogni tot anni, consulta il sito dei "Piani di Bacino" oppure il "Portale Cartografico Comunale"

LE AREE DI ALLERTAMENTO

La Liguria è suddivisa in 5 zone di allerta, che non coincidono con i limiti amministrativi provinciali. L’allerta deriva da una previsione meteo e dalla valutazione degli effetti al suolo, che è differenziata, oltre che per zone di allertamento, anche per “corsi d’acqua” piccoli, medi e grandi.

Il Comune di Chiavari ricade nella ZONA C.

LE CRITICITA’ METEO

La valutazione del rischio Meteoidrologico, effettuata da ARPAL, è riferita ai seguenti fenomeni meteo:

a) intensità e quantità di pioggia e probabilità di rovesci/temporali forti; b) neve e ghiaccio; c) vento; d) mare; e) disagio fisiologico.

Solo per Pioggia e Neve vengono diramate Allerte, mentre per gli altri fenomeni sono previsti Avvisi di Criticità.

LE CLASSI DI BACINO

La diversa risposta idrologica dei bacini idrografici viene schematizzata con la Classe di Bacino, caratteristica sostanzialmente legata all'estensione areale dello stesso:

• bacini piccoli: bacini idrografici drenanti una superficie inferiore ai 15 km2 e reti fognarie;

• bacini medi: bacini idrografici drenanti una superficie compresa tra i 15 km2 inclusi e i 150 km2;

• bacini grandi: bacini idrografici drenanti una superficie superiore o uguale ai 150 km2.

I bacini piccoli rispondono repentinamente a piogge intense puntuali, non necessariamente diffuse o persistenti (come nel caso dei temporali), mentre le Classi di Bacino più grandi rispondono, più lentamente, a piogge diffuse e persistenti (quantità areali cumulate elevate/molto elevate), anche se non intense sul breve periodo.

Sul territorio del Comune di Chiavari sono presenti Bacini di Classe Piccola (T. Rupinaro) e Grande (F. Entella).

DISPOSIZIONI E SOSPENSIONI IN ALLERTA

Con Ordinanza Sindacale 02/2018 sono state previste varie sospensioni e disposizioni preventive, per la tutela della pubblica incolumità.

Ordinanza sospensioni attività in allerta

ORDINANZA PARCHEGGI

Con Allerta Arancione e Rossa, da un’ora prima ad un’ora dopo l’allerta: sono gratuiti i parcheggi a sud della ferrovia, Via Ghio, Largo Moretti e Via Prandina; sono fruibili senza limiti di tempo i parcheggi di P.zzle Don N.Negri e Via Mafalda di Savoia.

SISTEMA DI ALLARME DELL’AREA A RISCHIO ESONDAZIONE DEL T. RUPINARO

Nel bacino del Torrente Rupinaro è stato installato un Sistema sperimentale di Allarme, collegato a pluviometri ed idrometri, che ha lo scopo di SALVAGUARDARE la VITA UMANA.

E’ importante riconoscere il SEGNALE SONORO e VISIVO ed adottare comportamenti corretti.

Se sentite una Sirena dal suono Bitonale intermittente o vedete un Segnale luminoso, dovete immediatamente Mettervi In Sicurezza ed adottare i seguenti comportamenti:

ABBANDONARE I PIANI STRADA E SOTTOSTRADA – SALIRE AI PIANI ALTI

Adottare tutte le misure di AUTO-PROTEZIONE in particolare:

  • NON cercare di raggiungere una destinazione, ma cercare riparo presso lo stabile più vicino e sicuro ai piani alti.
  • NON transitare su ponti, passerelle, sottopassi ed in prossimità di argini.
  • NON scendere in cantine, seminterrati o garage per mettere al sicuro i beni/auto.
  • Aiutare gli anziani i bambini e le persone con disabilità a salire ai piani alti.

NON abbandonare luogo sicuro fino alla comunicazione del cessato ALLARME.

LO SPEGNIMENTO DELLA SIRENA NON CORRISPONDE AL CESSATO ALLARME

Ordinanza Rupinaro